b-a-g
 

"Ripartire dalla cultura” Un incontro con i candidati sulle tematiche culturali

PROGRAMMA
Ore 10,00 Interventi di apertura:

Roberto Calari, responsabile Cultura & Media di Legacoop Emilia Romagna
Andrea Malucelli, Presidente Agis, Unione Regionale dell’Emilia Romagna
Maurizio Roi, Presidente Ater
Ruggero Sintoni , Presidente Associazione Spettacolo dal Vivo dell'Agis Emilia Romagna

Ore 10,30 Le posizioni e le proposte per la cultura dei candidati dell’Emilia Romagna:
Sono stati invitati candidati regionali delle principali liste elettorali :
Laura Bianconi, candidata al Senato per la lista PDL
Giovanni Favia, candidato alla Camera per la lista Rivoluzione Civile
Gianluca Galletti, candidato alla Camera per l’Unione di Centro
Michela Montevecchi, candidata al Senato per il Movimento Cinque stelle
Massimo Mezzetti, candidato al Senato per Sinistra Ecologia Libertà
Gianluca Pini, candidato alla Camera per la Lega Nord
Ezio Raisi, candidato alla Camera per Futuro e Libertà
Irene Tinagli, candidata alla Camera per la lista Scelta civica con Monti per l’Italia
Sandra Zampa, candidata alla Camera per il Partito Democratico

Ore 13 Mario Salani, responsabile Cultura & Media di Legacoop Nazionale

Un’occasione pubblica per verificare le proposte dei candidati dei diversi schieramenti in riferimento al tema Cultura, per ora, purtroppo, fortemente sottaciuto all’interno dei programmi e del dibattito elettorale.

Il recente taglio ulteriore del Fondo Unico dello spettacolo aggiunge a questo appuntamento anche il valore di una mobilitazione del settore dello spettacolo della Regione e un’opportunità di inserire nella riflessione elettorale il tema della cultura come risorsa ed opportunità per il Paese e di illustrare alcune proposte ad essa riferite.

È, infatti, grave che la cultura sia pressoché assente da tutte le agende politiche dei partiti per la prossima tornata elettorale.
È grave, perché senza scuola e senza cultura non c’è innovazione e creatività. Non c’è crescita duratura dell’economia del Paese, non c’è futuro per la democrazia.
La cultura è una risorsa per la crescita civile e sociale di un territorio.
Rappresenta anche quel fattore che alimenta la creatività e rende un territorio più capace di creare condizioni e soluzioni più innovative per il proprio sviluppo e per la propria capacità di essere competitivo a livello nazionale e internazionale.

E’ necessario costruire una nuova consapevolezza e un consenso ampio su un tema così rilevante per il Paese.

I promotori della manifestazione aderiscono, inoltre, all’appello nazionale “Ripartire dalla cultura” di MAB, AIB, ANAI, ICOM Italia, Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, FAI - Fondo Ambientale Italiano, Federculture, Legambiente, Italia Nostra - www.ripartiredallacultura.it

  • facebook
  • twitter